Come si sterilizzano i vasetti di vetro

foto 2Quando si preparano marmellate e confetture o delle ottime conserve di verdure, corre l’obbligo di sterilizzare i vasetti: prevenire è meglio che curare!!

Ci sono varie tecniche per la sterilizzazione, tutte ugualmente valide: acqua che bolle, forno tradizionale, forno a microonde…l’importante è farlo! Il rischio, oltre a quello di contrarre qualche avvelenamento alimentare, è anche quello di dover buttare via tutto perché si sono formate delle muffe. Quindi, parola d’ordine: sterilizzare! Mica vogliamo buttare nella pattumiera tutto il lavoro fatto?!?

Come faccio io:

1) Sterilizzazione prima di riempire i vasetti: per questa fase utilizzo il forno tradizionale. Imposto la temperatura a 100°, abbastanza alta per uccidere i germi e sufficientemente bassa per evitare che il vetro si rompa. Inserisco nel forno la gratella (a metà altezza) e ci appoggio i vasetti senza il coperchio. Li lascio a “gratinare” per circa 20′ e poi ci metto anche i coperchi, per altri 5′. Questa operazione va fatta mentre la confettura/marmellata/conserva è in preparazione, sia per ottimizzare i tempi sia per evitare che poi l’aria contamini i vasetti.

2) Riempire i vasettimunita di guanto da forno, estraggo i vasetti e li riempio (fino ad 1-1,5 cm. dal bordo) con il preparato. Li tappo per bene subito e li metto, capovolti, su di uno strofinaccio; così inizierà a formarsi il sottovuoto.

3) Sterilizzazione dopo aver riempito i vasetti: prendo i vasetti e, uno ad uno, li metto in un vecchio paio di calzini (tutti abbiamo i famosi calzini spaiati in casa: è il momento della loro rivincita!). Quindi tutti questi calzini con dentro il loro bel vasetto, li metto in una pentola capace e dai bordi alti, la riempio di acqua fino ad oltrepassare di almeno 5 cm. i vasetti ed accendo il gas! Da quando inizia a bollire deve passare almeno mezz’oretta. Poi spengo e lascio che il tutto si raffreddi prima di estrarre i calzini con vasetto. Mentre si raffreddano si sentirà un piccolo botto… vuol dire che si è formato il sottovuoto!

4) Le etichette: passaggio fondamentale! Mettere l’etichetta al vasetto (oltre ad essere bello e decorativo) aiuterà a ricordare entro quando consumare il preparato (di solito 3 mesi!).

Il procedimento è solamente un po’ lungo, ma non richiede particolare abilità o attenzione. Mentre i vasetti sterilizzano, si può anche guardare un paio di puntate di “Sex and the city”!

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 4 =