Frico, ritorno alle origini

_DSF3608

Alcune ricette, più di altre, sono altamente rappresentative di un popolo e della sua storia. Una di queste è senz’altro il frico per i friulani (o fricò, come si diceva in friulano antico).

Si tratta di un tortino di formaggio, declinato in un paio di macro varianti: frico friabile e frico morbido. Quello friabile, prevede la cottura di solo formaggio grattugiato, in olio abbondante o in padella antiaderente. Quello morbido può essere filante o croccante (rispettivamente 5′ o 30′ di cottura), con l’aggiunta di patate oppure con patate e cipolla, talvolta anche con mele (frico cui mei tipico del paese di Andreis).

_DSF3548

Dicevo appunto che due sono le macro varianti, perché le micro varianti sono millemila!
Trattandosi di un piatto della tradizione ogni paesino, anzi ogni famiglia, ha la propria ricetta che ovviamente è la migliore!

_DSF3587 Ma perché in Friuli si mangia il frico? Bella domanda. A ben vedere si tratta di un piatto del riuso, che prevede il prevalente utilizzo di uno dei prodotti che nelle montagne friulane non mancava e non manca mai: il formaggio. Per realizzare il frico però si utilizza quella parte che proviene dalla rifilatura della forma di formaggio: lis strissulis, cioè i ritagli. Riuso puro!

La ricetta che propongo è quella che faccio io di solito. Forse non è la miglior ricetta di frico del Friuli-Venezia Giulia, però non mi ha mai tradita!
Si tratta di una versione di frico morbido: utilizzo le patate crude e grattugiate ed ovviamente lis strissulis. Non aggiungo sale (il formaggio è già sapido di suo) e lo faccio cuocere per una ventina di minuti, il tempo che si formi una crosticina croccante.

Chiudo con una frase di Gina Marpillero, scrittrice friulana, che diceva: “il frico va mangiato tenendone un pezzo in una mano e nell’altra della polenta“.

autunno

Il consiglio del Wine Lover

Un bel Refosco dal peduncolo rosso 2016 di Friuli Isonzo di Elisabetta Bracco.

 

Ph. Daniele Pittia

Frico di patate

By 4 febbraio 2019

_DSF3586 Ingredienti per 4 persone

  • Prep Time : 5' minutes
  • Cook Time : 20-30 minutes

Ingredients

Instructions

  1. Sbucciare le patate e, con l'aiuto di una grattugia, grattugiarle.
  2. In una pentola bassa (la mia è di 25 cm di diametro), versare l'olio evo e far appassire lo scalogno tritato fine.
  3. Aggiungere le patate grattugiate e lis strissulis (se non trovate i ritagli, aggiungete del formaggio di media stagionatura tagliato a lamelle).
  4. Mescolando spesso a fuoco basso, fate cuocere per circa 10/15 minuti da un lato. Quindi con l'aiuto di un coperchio capovolgete il vostro frico (come fareste con una frittata) e fatelo cuocere per altri 10/15 minuti sull'altro lato.
  5. Mi raccomando: la polenta ed un bicchiere di buon Refosco!
Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*