I segreti della vasocottura

Foto 22-05-17, 18 26 08 La vasocottura. Sistema di cottura dei cibi tanto modaiolo, quanto intrigante.
Il nome dice già tutto: si cucina nel vaso! Eh sì, perché con questa tecnica le pietanze vengono preparate, assemblate, cotte e presentate direttamente nel vasetto. Bello vero?!

Ma esattamente come si fa a cucinare in un vasetto?! A questo ed a molti altri quesiti, ha dato risposta lo Chef Gianluca Gorini che, in una divertente dimostrazione pratica tenutasi presso lo show room di Monaco Srl a Udine, ha creato un intero menù (ben sei portate) utilizzando i vasetti in vetro prodotti da Weck!

Foto 24-05-17, 16 47 15

Eh sì, perché un’ottima riuscita della ricetta richiede l’utilizzo di un ottimo prodotto! E i vasetti Weck sono al 100% in puro vetro, quindi non rilasciano sostanze nocive nel cibo, resistono a temperature elevatissime (fino a 200° in forno), si possono lavare in lavastoviglie (guarnizione compresa) e, soprattutto, sono bellissimi!!!
Talmente belli che, oltre che come oggetti per la cucina, possono anche essere utilizzati come oggetti d’arredo!

Foto 22-05-17, 18 26 18 Ma veniamo alla vasocottura: per ottenere delle ricette utilizzando i vasi in vetro, si procede come per le confetture cioè si mettono nel vaso tutti gli ingredienti, lo si chiude (per alcune ricette con la guarnizione, per altre senza in modo che ci sia un piccolo sfogo) e poi si cuoce. E qui viene il bello!
Si possono cuocere a bagnomaria sul fornello, avendo cura di mettere un canovaccio dentro la pentola, oppure nel forno ventilato, in questo caso è opportuno mettere un po’ d’acqua nella teglia, ed infine nel microonde!
Quella del microonde è senz’altro la tecnica che mi affascina di più, principalmente perché è molto rapida e quindi consente un bel risparmio di tempo e poi perché, in quattro e quattr’otto, hai il tuo piatto bello e pronto!
Con i vasetti Weck infatti, che hanno forme davvero molto belle, la pietanza una volta cotta può essere tranquillamente servita in tavola nel vasetto monoporzione. Lo Chef Gorini ha infatti preparato l’antipasto, il piatto principale ed il dolce direttamente nel vasetto!

Non solo, questo metodo di cottura che è anche un metodo di conservazione dei cibi, consente di poter preparare in anticipo i vasetti, conservarli in frigorifero, e al ultimo momento riscaldarli e servirli!

Foto 22-05-17, 18 26 55

Lo Chef infatti ha preparato una deliziosa crema cotta al parmigiano, piselli e prosciutto crudo. La base, cioè la crema al parmigiano, è stata cotta nel vasetto a bagnomaria nel forno! Una volta pronto e lasciato raffreddare sono stati aggiunti dei piselli sgusciati e conditi, una fettina di prosciutto crudo e qualche fogliolina di rucola.
Semplice e d’effetto!

Davvero molto bello lo sgombro sottolio con cipolle e olive! Nel vasetto Weck sono stati inseriti i filetti di sgombro (sgombro fresco, marinato per 30′), le cipolle (anch’esse marinate per 4h in acqua e aceto), le olive e due foglie di alloro. Il tutto è stato quindi ricoperto con dell’olio evo.
I vasetti sono stati cotti in pentola a bagnomaria per circa 45′! Una ricetta davvero fantastica perché, non solo può essere conservata in frigorifero una volta pronta e servita all’ultimo minuto, ma anche perché ben si presta ad essere presentata non solo nel vasetto ma anche in un piatto da portata.

La millefoglie alle verdure e triglie è una ricetta che lo Chef ha interamente preparato usando il microonde.
Le verdure a strati (prima le patate, poi i pomodori, poi i carciofi) sono state cotte uno strato alla volta proprio per salvaguardare le diverse consistenze ed uniformare la cottura. Quindi un minuto di microonde per le patate (ricoperte da brodo aromatizzato allo zafferano), poi un minuto per i pomodori, poi un minuto per i carciofi ed infine un minuto per le triglie! Una volta pronto e raffreddato è bastato qualche filo di erba cipollina ed una grattugiata di scorza di limone per rendere il piatto perfetto.

Foto 25-05-17, 09 26 36 Per la zuppa di pesce e frutti di mare, lo Chef Gorini ha inserito nel vasetto Weck tutto il pesce (sia le conchiglie che i filetti di pesce) a crudo. Un’aggiustatina di sale, un goccio di vino bianco, qualche pomodorino datterino ed un filo d’olio. I vasetti sono stati quindi inseriti in forno secco a 180° per 15′.
Bellissimo scoperchiare il vasetto ed essere conquistati dal profumo di mare che dallo stesso si è sprigionato!

E poi i dolci!! Un delizioso tortino al cioccolato, macedonia di lamponi e gelato alla vaniglia. In questo caso, il tortino è stato interamente cotto al microonde direttamente nel vasetto Weck! E’ bastato qualche minuto per ottenere la base al cioccolato che poi lo Chef ha arricchito con una macedonia di lamponi (aromatizzati al cassis!), una quenelle di gelato alla vaniglia e qualche mandorla in scaglie. La presentazione, nel vasetto, ha coronato il tutto!

Infine il semifreddo alla liquirizia, arancia e finocchio selvatico. Una grande abbinata di sapori!
In questo caso il vasetto Weck è stato utilizzato come contenitore per questo dolce a strati, laddove i vari colori di ogni singolo strato sono stati senz’altro valorizzati dalla trasparenza del vetro.

I vasetti Weck li trovate da Monaco Srl a Udine. Date un’occhiata al loro sito, all’indirizzo: www.monacosrl.it

Qui sotto vi lascio una ricettina dello Chef Gorini!!

Zuppa di pesce e frutti di mare

By 25 maggio 2017

Foto 24-05-17, 16 47 42 Ingredienti per 4 vasi

  • Prep Time : 30' minutes
  • Cook Time : 15' minutes

Ingredients

Instructions

  1. Dopo aver pulito accuratamente tutti i pesci, iniziare a riempire il vaso in vetro Weck con le mazzancolle la canocchia ed il rombo, aggiustare di sale, aggiungere i calamaretti e per ultimo le cozze e le vongole.
  2. Inserire ora all'interno del vaso i pomodorini datterini tagliati a metà e condire il tutto con olio evo, vino bianco, prezzemolo tritato, spicchio d'aglio in camicia e peperoncino a piacimento.
  3. Chiudere i vasi di vetro con l'apposito coperchio, sigillare con le clips e sistemarli su di una teglia da forno, cuocere a forno secco pre-riscaldato a 180° per 15'.
  4. Trascorso il tempo di cottura servire direttamente i vasi al tavolo, rimuovendo il coperchio solo all'ultimo momento in modo che il vostro ospite possa essere conquistato dal profumo di mare che si sprigionerà.
Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*