Zuppa scaldacuore

Foto 04-11-15 19 22 24

Essendo una figlia dell’estate ed amando il caldo oltre misura, soffro un po’ con l’arrivo dell’autunno e delle giornate corte e piovose. Però poi mi rincuoro, perché l’autunno mi regala colori bellissimi, ortaggi golosissimi e, soprattutto, perché posso dar sfogo ad una delle mie passioni: la zuppa!
Foto 04-11-15 19 21 39Ne produco costantemente ed in grande quantità; però faccio più o meno sempre le stesse… Quindi, qualche mese fa ho ricevuto un graditissimo regalo: un libro sulle zuppe! L’ha scritto una food blogger che mi piace tantissimo: Barbara Toselli ed il libro s’intitola “Che zuppa!”. In questo libro (suddiviso per stagioni) c’è la summa di tutte le ricette zuppose possibili ed immaginabili!
Ed allora… via con gli esperimenti!!

Questa che propongo è una ricetta davvero golosissima, semplice da preparare e fa tanto autunno/casetta/copertina/volémose ben!! Si tratta di una zuppa di patate, porro, sedano rapa, roquefort (nella ricetta originale: stilton) e nocciole tostate! Che bontà, eh!
Provatela in una di quelle sere di novembre, quando il buio arriva alle 17 e tira vento… o piove! Vedrete se, oltre alla pancia, non vi scalderà anche il cuore!!

Zuppa di patate, porro e sedano rapa

By 5 novembre 2015

Foto 04-11-15 19 22 40 Ingredienti per 4 persone

  • Prep Time : 45 minutes
  • Cook Time : 30 minutes

Ingredients

Instructions

  1. Per prima cosa sbucciare le patate ed il sedano rapa (ma quanto buono è il sedano rapa?! Anche semplicemente cotto a vapore!!) e tagliarli a cubotti delle stesse dimensioni.
  2. Tagliare il porro a rondelle sottili (scartando la parte verde, che può essere utilizzata per un'altra zuppa).
  3. In una pentola dai bordi alti, far fondere il burro, unire il porro e farlo appassire a fuoco basso. Unire le patate ed il sedano rapa e far insaporire, mescolando per qualche minuto.
  4. Aggiungere l'acqua, mettere una presa di sale grosso e portare ad ebollizione. Far cuocere, senza coperchio per circa mezz'ora, finché le patate ed il sedano risulteranno morbidi.
  5. Spegnere il fuoco, aggiungere il latte e, con il frullatore ad immersione, ridurre il tutto a vellutata. Verificare se... manca il sale!
  6. Intanto, tagliare a metà le nocciole e farle tostare in un padellino. Tagliare a cubetti il Roquefort.
  7. Versare la zuppa nei piatti, aggiungere il Roquefort e le nocciole e decorare con qualche anellino di porro. Se piace: aggiungere una macinata di pepe!
  8. Il bello di questa zuppa è che ciascuno può decidere se mangiarla così, oppure se far sciogliere piano piano il formaggio nella zuppa.
Print
Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*