Tra mare e cielo

Foto 20-05-15 21 37 42

Da una parte l’azzurrissimo Mar Ligure, dall’altra il cielo color turchese e nel mezzo un lembo di terra, a strapiombo sul mare. Ed è proprio tra un terrazzamento e l’altro, tutti coltivati ad ulivi o a filari di vite, che si incastonano 5 paesini, con le case color pastello: sono le Cinque Terre! Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.

Un angolo d’Italia splendido, un angolo d’Italia sconosciuto alle più parte degli italiani (che magari non le hanno mai visitate) ma ben noto ai tanti stranieri che salgono e scendono le ripide stradine. Da una guida ho infatti appreso che, in percentuale, i turisti italiani sono pari al solo 8%…

 

Foto 20-05-15 21 38 03

Bisogna dire che le Cinque Terre sono un autentico paradiso per gli amanti del trekking, della subacquea e… della buona tavola!! Il Parco Nazionale delle Cinque Terre, è una perla rara: terreni a strapiombo sul mare, strappati alle rocce e coltivati come autentici giardini. Non ci sono automobili nelle Cinque Terre, ci si sposta con il treno…o con la bici…o con le gambe!

Dopo una scarpinata tra una e l’altra delle Cinque Terre (ci sono camminate che le collegano tra loro; in alternativa le si può raggiungere anche via mare con il traghetto), è necessaria una sosta gastronomica! E allora sotto con una buona farinata: una focaccia sottile sottile a base di farina di ceci e cotta al forno. Ci sono piccole botteghe che la preparano, con metodo decisamente casalingo.

Foto 15-05-15 12 58 11Foto 15-05-15 12 57 56

Se la camminata però, è stata particolarmente impegnativa, sarà necessaria una sosta un po’ più lunga perché bisognerà mangiare un piatto di trofie al pesto! Il pesto è il ben noto condimento ligure a base di basilico, formaggio grana e pecorino, pinoli e olio d’oliva. In Liguria, cuociono la pasta (in questo caso le trofie) nella stessa acqua in cui vengono fatti cuocere i fagiolini e le patate tagliate a dadini. Una volta cotto, il tutto viene scolato (non troppo, un po’ d’acqua di cottura deve rimanere) e condito con il pesto! Che bontà!
Un simile piatto, dovrà essere accompagnato da un buon vinello delle “Coste”, uno di quelli coltivati e prodotti, con grande sacrificio e amore per la terra, proprio nelle Cinque Terre.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 2 =