Chutney di pomodorini

IMG_1486Fatto sta che, lo scorso anno l’orto di mia “suocera” ha prodotto un numero impressionante di pomodorini tipo “Pachino” e ciò nonostante lei avesse interrato solo due piantine. Il problema (se lo possiamo chiamare problema) è che la produzione massiva si è verificata improvvisamente e quindi, in un’unica volta, mi sono arrivati ben quattro chili di pomodorini. Un pochi li ho usati nell’insalata, un pochi nel sugo della pasta… e gli altri?!? Avevo voglia di fare un ricetta sfiziosa, che mi consentisse anche di poterli utilizzare in là nel tempo.
Cerca che ti cerca, ho trovato la ricetta del chutney!
Una salsa agrodolce, ottima per accompagnare i piatti di carne, di pesce ed anche il riso. Ho provato, ed il risultato è stato ottimo. Infatti, quando a distanza di qualche mese abbiamo aperto il vasetto (perché deve riposare, e più riposa più buono diventa), è stata un’autentica sorpresa. Una salsa profumata, dal sapore agrodolce, un pò gelatinosa, deliziosa anche su un semplice pezzo di pane!Infatti questa ricetta si adatta sia come salsa di accompagnamento ad una pietanza, sia come salsa da aperitivo/antipasto insieme a dei crostini di pane. Purtroppo i vasetti erano solo due (li ho usati un pò troppo grandi, meglio usarli piccoli anche perché una volta aperto il vasetto, il chutney va consumato in qualche giorno). Quindi quest’anno mi sono presa per tempo: ho chiesto che venissero interrate più piantine, ed ho già iniziato la produzione!!!

Chutney di pomodorini

By 28 Maggio 2015

foto 1Ingredienti per 3 vasetti da 250 ml

  • Prep Time : 10 minutes
  • Cook Time : 2h 00 min

Instructions

  1. Lavare i pomodorini, asciugarli e tagliarli a metà. Affettare sottilmente mezza cipolla.
  2. In una pentola capace (io ho usato il wok), mettere la cipolla affettata, i pomodorini, l'aceto di mele, lo zucchero di canna e i due chiodi di garofano (che dovranno essere tolti prima di invasare la salsa).
  3. Fare cuocere a fuoco basso, per almeno un paio d'ore da quando inizia a bollire. Deve asciugarsi il liquido, ma non del tutto; diciamo che il cucchiaio appoggiato sulla salsa deve lasciare il segno, ed allora è pronta.
  4. Una volta pronta, quando è ancora calda, metterla nei vasetti sterilizzati. Chiudere bene e fare sterilizzare per ancora mezz'ora.
  5. Farli riposare per almeno un mese prima di assaggiare.
Print

Print Friendly, PDF & Email
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 15 =